Biografia di Gilberto Nardini

Gilberto Nardini Biografia Foto

Foto di Maila Gigante

Gilberto Nardini è nato a San Giorgio di Nogaro (UD) nel 1964, dove risiede e lavora. Si dedica all’arte da circa un ventennio come autodidatta, pur avendo frequentato corsi liberi di disegno, pittura e lettura dell’immagine.

I lavori più recenti sono incentrati su composizioni pirografiche e grafite, realizzate su tavola o su carta. Preferisce la matita come strumento per esternare le sue emozioni e sensazioni. I soggetti preferiti sono il ritratto e la figura, con visioni personalizzate ed approfondite; in questo modo ogni soggetto diventa un racconto unico. Le immagini pittoriche di Gilberto Nardini liberano l’arte dall’astrattismo e diventano l’introspezione dell’individuo.

Nelle opere dell’autore è evidente una sensibilità accentuata per i segni lasciati dal tempo sul volto umano, come in una mappa che testimonia l’intensità del vissuto. Donne e uomini, alcuni immersi nella loro riflessione, altri colti in un momento di allegria, altri ancora come sbocciati da un’emozione, rivivono sulla carta con i tratti di un’assoluta individualità nello sguardo, nel gesto, nella postura. Ma se un’attenzione speciale l’artista rivolge a chi ha lasciato le sue impronte su un lungo tratto dell’esistenza, un’intensità speciale investe e penetra il suo segno nel ritrarre i bambini.

La pittura di Nardini, oltre ad essere fisiognomica è anche “psicologica” perché non si limita ad interpretare le somiglianze esterne, ma indaga anche all’interno dell’individuo, andando oltre le soglie della realtà e sfociando addirittura nell’onirico (interpretazione freudiana del pensiero della persona).

Mostre effettuate: Galleria Artemisia – Pozzuolo del Friuli (UD); Villa Dora – San Giorgio di Nogaro (UD); mostra virtuale su www.webartmagazine.net; Galleria Miromesnil – Parigi; Municipio di Stoccarda; Galleria Espace Moselle di Bruxelles; Fiera d’Arte moderna e contemporanea di Udine; Studio Arte Mosè di Rovigo; Casa do Brasil, Madrid.

Hanno scritto di lui: Enzo Santese, Vincenzo Baratella, Eraldo di Vita, Maria Fanin, Raffaele de Salvatore, Joan Lluìs Montané.

Pubblicazioni: Catalogo internazionale d’arte contemporanea 2006/2007 “Europa in arte”; inserto “Arte” editoriale Mondadori, 2007; “Euroarte” editoriale Anna Maria Gentile edizioni, maggio/giugno 2006, novembre/dicembre 2006, luglio/agosto 2007.

 

Nel 2020, iscritto all’Istituto di Fotografia, corso innovativo di George Seper, affronta tutti gli aspetti della fotografia. La didattica interamente online articolata in moduli con test teorici e pratici per ogni modulo. Corso completato con successo e conseguimento di un certificato di diploma che ne attesta di aver raggiunto e superato tutti i temi trattati durante la durata del corso.